Adrien Dauzats

1804 - 1868

Adrien Dauzats

ID: 5332

Quotazioni

A (autografo): S3 (da 501 a 1000 €)

AML (lettera manoscritta firmata): S4 (da 1001 a 3000 €)

APL (autografo su foto o libro): S3 (da 501 a 1000 €)

Quotazioni indicative.

Autografi

Adrien Dauzats , nato a Bordeaux il e morì a Parigi il  (63 anni) , è un pittore orientalista , illustratore e litografo francese .

Si inizia con un background tecnico come studente della Scuola di Arti e Mestieri (Angers 1819), allora diventa allievo di Michel Julien Gué. Adrien Dauzats accompagna dal 1828 il Baron Taylor in Cairo e nella valle del Nilo , nel Sinai , in Palestina e in Siria , e poi a Jaffa , Gerusalemme , Gerico , San Giovanni d’Acri , Palmira e Baalbek . Questo viaggio comprendeva una missione ufficiale in Egitto, che è durato da marzo a settembre 1830 per negoziare l’acquisizione di due obelischi di Tebe . Dauzats segnalato questo viaggio una messe abbondante di disegni, opera in una quindicina di giorni sul Sinai (1838), un diario di viaggio scritto da Alexandre Dumas , uno dei migliori amici del pittore – che non era il viaggio – e in Siria, Egitto, Palestina e della Giudea , Baron Taylor ( 1839 ).

Quell’anno, ha accompagnato il duca d’Orléans nel spedizione del Djurjura in Algeria . Egli troverà Baron Taylor per illustrare le monumentali giostre pittoresche e romantiche nella vecchia Francia realizza gran parte delle litografie .

Esso illustra anche, insieme a Pharamond Blanchard , un resoconto della spedizione militare francese in Messico nel 1838 chiamato San Juan de Ulua , o il rapporto della spedizione francese in Messico (Parigi, Gide, 1839). Questo volume comprende anche una panoramica del Texas da Eugène Maissin . Dauzats rivisto la storia del suo amico e incise la metà dei disegni originali che ha fatto apparire in illustrazione di questo libro.

Dauzats è riconosciuto come un grande pittore romantico orientalista. Il suo contemporaneo Victor Hugo , Théophile Gautier , Prosper Mérimée , Eugène Delacroix testimoniato la loro ammirazione. Alexandre Dumas, con il quale ha mantenuto una lunga corrispondenza 1834-1851, citato più volte nei suoi romanzi ( Il Conte di Monte Cristo , il capitano Pamphile …).

Translate