Rouher Eugene

1814 - 1884

Rouher Eugene
Nazione: Francia
Settore: Storia

ID: 2732

Quotazioni

A (autografo): S2 (da 101 a 500 €)

AML (lettera manoscritta firmata): S3 (da 501 a 1000 €)

APL (autografo su foto o libro): S2 (da 101 a 500 €)

Quotazioni indicative.

Eugène Rouher è un avvocato e un politico francese, nato a Riom 30 novembre 1814 e morto a Parigi il 3 febbraio 1884. E ‘stato uno dei personaggi principali del Secondo Impero . La sua posizione preminente al vertice dello stato nel 1860 , soprattutto quando occupava le funzioni del Ministro che presiede il Consiglio di Stato e poi Ministro di Stato 1863-1869 ha portato alla sua essere chiamato “Vice imperatore “. E ‘stato tra la morte di Napoleone III (1873) e quella del principe imperiale (1879), il principale leader del partito bonapartista.

Biografia

In politica

Il figlio di un avvocato Auvergne , Eugène Rouher è nato a Riom il 30 novembre 1814. Dopo aver considerato una carriera in Marina, ha frequentato la scuola di legge a Parigi e divenne un

Rouher 1850.

Rouher 1850.

avvocato a Riom Bar (1830), dove aveva Esquirou di Parieu per collega.

E ‘stato ben presto noto eccependo alcuni processi politici nel 1842 ed è diventato il figlio di uno dei suoi colleghi, Hippolyte Conchon , sindaco di Clermont-Ferrand .

Conservatore orleanista sostenitore di una monarchia autoritaria Rouher ha funzionato per le 1846 elezioni come candidato guizotin (ha incontrato Guizot attraverso Moray ). Nonostante il suo fallimento in questa ultima elezione, ha rappresentato nel 1848 ed è stato eletto rappresentante nell’Assemblea costituente sotto l’etichetta di “indipendente” mantenendo volutamente una certa incertezza circa i suoi sentimenti verso la Seconda Repubblica che erano state proclamato.

Sotto la Seconda Repubblica

In effetti, anche se ha descritto pubblicamente quest’ultimo schema di “arca santa delle generazioni future” e ha ricoperto – in altri, come “giorno dopo i repubblicani” – alcuni piuttosto progressivo durante la campagna elettorale è stato ben presto a mostrare le sue idee conservatrici da seduto proprio votando contro il diritto al lavoro e preparare la legge che ha organizzato la deportazione degli insorti di giugno giorni . Egli ha anche aderito al partito del Collegio nel 1849 e pochi mesi dopo, rivolgendosi ai rappresentanti della sinistra, ha detto: “La vostra rivoluzione di febbraio è stato un disastro! “.

Rieletto per l’Assemblea Legislativa (Maggio 1849), il suo tempestivo rally di Luigi Napoleone Bonaparte lo ha portato il portafoglio della Giustizia nel governo Hautpoul questo “Dipartimento Clerks” formato 31 ottobre 1849. Il 12 novembre 1849 presenta all’Assemblea un progetto di legge sulla politica di espulsione , che, ai sensi dell’articolo 5 della Costituzione del 1848 , che ha abrogato la pena di morte per reati politici, sostituisce la pena di espulsione .

Rouher, che hanno sostenuto la legge del 31 Maggio 1850 limitando il suffragio universale , ha mantenuto i sigilli del posto di guardia nel governo nominato 10 Gennaio 1851, ma alla fine il 24 dello stesso mese.

Nel nuovo membro del dipartimento addestrato 11 Apr 1851 (legge Baroche – Fould ), che faceva parte della ristretta cerchia di fedeli informati progetto golpe di agosto. Lo stesso mese, egli agisce temporaneamente Crouseilhes come Ministro dell’Istruzione e degli Affari Religiosi .

Nonostante il suo rifiuto di partecipare direttamente al 2 dicembre , ha accettato di prendere in consegna il portafoglio giustizia nel ministero formò il giorno dopo il colpo di stato.

Un pilastro del autoritaria dell’Impero

principale architetto con Troplong , della Costituzione del 14 Gennaio, 1852 , e istigatore con Persigny , il decreto sul regime stampa imponente rigoroso sistema di censura, Eugène Rouher efficacemente contribuito alla costituzione del autoritaria dell’Impero .

Eugène Rouher per Pierson.

Eugène Rouher per Pierson.

Anche se si è dimesso insieme Fould , Magne e Morny per protestare contro il saccheggio dei principi della Casa di Orleans (23 gennaio 1852), è stato nominato Vice Presidente del Consiglio di Stato nel dicembre successivo .

Napoleone potrebbe effettivamente essere senza i servizi del tecnocrate abile e dedicato. Nominato capo di un grande dipartimento dell’agricoltura, del commercio e dei lavori pubblici (1855-1863), ha contribuito allo sviluppo della rete ferroviaria e, come sostenitore del libero scambio, ha giocato un ruolo di primo piano nella negoziazione del trattato commerciale con l’Inghilterra (23 gennaio 1860).

Entrò il Senato nel 1856 e il Consiglio della Corona nel 1859, è stato nominato Presidente del Consiglio di Stato nel giugno 1863, poi ministro di Stato nel mese di ottobre dello stesso anno. Quest’ultimo agisce come suo rappresentante ufficiale di Napoleone III con il Senato e il legislatore, Rouher potrebbe allora essere descritta – come espressione di Émile Ollivier – di “vice-imperatore.” Questa posizione di rilievo al vertice dello stato è dovuto tanto fedeltà uomo sconfinata freddo e metodico come legge dalla relativa debolezza di un sovrano indebolito da gravi problemi di salute.

La liberalizzazione del regime condotta alla fine degli anni 1860 , tuttavia, si è conclusa la posizione preminente Rouher conservatorismo autoritario di quest’ultimo essendo stati riconciliati con le riforme attuate in quel momento. E ‘stato quindi rimosso dal suo incarico nel luglio 1869, ma ancora ha vinto la presidenza del Senato.

Se Rouher fosse più volte dimostrato la sua abilità nella politica interna, era molto meno avviso che ne informi l’imperatore sulla sua politica estera: sostenitore della spedizione messicano ha considerato il “più grande mente del regno” e favorevole a un riavvicinamento con il regime del sud durante la guerra civile , non poteva impedire che né l’ascesa di Prussia, o sovrascrivere è una Francia isolata e impreparati, né il regime di caduta guidata da questo disastro (1870).

Sotto la Terza Repubblica

È rimasto fedele a Napoleone III, Rouher spesso lo ha visitato nel suo esilio inglese per tenerlo informato degli affari della Francia. Dopo essere stato sconfitto in due circoscrizioni nelle elezioni complementari di luglio 1871 è stato eletto rappresentante della Corsica nel mese di febbraio 1872, è entrato nel gruppo bonapartista di Appello al popolo nell’Assemblea Nazionale.

Ha poi riorganizzato il partito bonapartista con l’aiuto di Jules Amigues e Paolo Cassagnac e ha preso la carica dopo la morte di Napoleone III (1873).

Opporsi della Repubblica, ha votato contro l’emendamento Wallon e leggi costituzionali (1875).

Nonostante un ritorno attestato da più che incoraggianti risultati nelle elezioni del 1876 e il 1877, il partito bonapartista subito la sua tensione tra conservatorismo autoritario e liberalismo democratico Rouher di Napoleone Girolamo . La rivalità tra i due uomini (e le rispettive disegni) ha raggiunto il picco anche durante il loro duello per il distretto di Ajaccio (1876).

Riom rieletto nel 1877, Rouher mantenuto il suo ruolo di apologista per l’Impero fino alla morte di principe Eugenio (1879). Politicamente indebolito da questo evento (che ha posto il suo rivale, Girolamo Napoleone, alla testa di un movimento bonapartista già condannati dalla irresistibile ascesa dei Repubblicani), Eugène Rouher poi gradualmente ritirato dalla scena politica e non è rappresentato da elezioni 1881.

Colpito da un attacco nel 1883, è morto 3 febbraio 1884 nella sua casa di Parigi (37, rue de la Carità ) e fu sepolto nel 1885 a Broût-Vernet ( Allier ) , in un mausoleo in stile neoclassico in pietra Volvic da Coulomb architetto.

Cronologia delle funzioni di governo
esercitato da Eugène Router:

Eugène Rouher

Translate