Granet François Marius

1775 - 1849

Granet François Marius

ID: 4702

Quotazioni

A (autografo): S3 (da 501 a 1000 €)

AML (lettera manoscritta firmata): S4 (da 1001 a 3000 €)

APL (autografo su foto o libro): S3 (da 501 a 1000 €)

Quotazioni indicative.

Autografi

François-Marius Granet (Aix-en-Provence, 17 dicembre 1775 – Aix-en-Provence, 21 novembre 1849) è stato un pittore francese.

Figlio di Jean-Étienne (1746-1796) e di Anne Magdeleine Durand, dopo aver studiato ad Aix, prima copiando le incisioni della raccolta del padre e poi con il paesaggista Abraham Constantin, si trasferì a Parigi dove strinse amicizia con Anne-Louis Girodet de Roussy-Trioson e Jean-Auguste-Dominique Ingres e dove lavorò nello studio di Jacques-Louis David presentato dall’amico Louis Nicolas Philippe Auguste de Forbin.

Dal 1802 al 1819 visse a Roma dove dipinse molti monumenti antichi e fu ritratto nel suo studio di Villa Medici da Jean-Auguste-Dominique Ingres. Dal suo epistolario sappiamo che in Italia si faceva chiamare anche Granetto. Nel 1821 visse ad Assisi.

Nel 1824 ritornò in Francia dove venne nominato conservatore al Museo del Louvre. Nel 1826, Luigi Filippo gli affidò la direzione del Museo di storia fondato allora a Versailles. Dal 1829-1830 fu nuovamente a Roma. Nel 1843 sposò Nena di Pietro che aveva incontrato a Roma nel 1802. Dopo la morte di Nena avvenuta nel 1847 incominciò a scrivere le sue memorie, ospite della figlia del suo amico de Forbin, al Castello d´Audour, vicino a Mâcon. Dopo la rivoluzione del 1848 ritornò ad Aix-en-Provence. Alla sua morte, nel 1849, molte sue opere vennero donate al comune di Aix che chiamerà con il suo nome il museo cittadino, fondato nel 1825. Fra i suoi allievi si ricordano: Émile Loubon che viaggiò con lui a Roma nel 1829, Joseph Villevieille, François Bonvin e Pietro Ronzoni.

Translate