Jean Ignace Isidore Gérard Grandville

1803 - 1847

Jean Ignace Isidore Gérard Grandville

ID: 5195

Quotazioni

A (autografo): S3 (da 501 a 1000 €)

AML (lettera manoscritta firmata): S4 (da 1001 a 3000 €)

APL (autografo su foto o libro): S3 (da 501 a 1000 €)

Quotazioni indicative.

Autografi

Jean Ignace Isidore Gérard (13 settembre 1803, Nancy , Meurthe-et-Moselle – 17 Marzo 1847 Vanves ), generalmente conosciuto con lo pseudonimo di Jean-Jacques o JJ Grandville , era un francese caricaturista .

E ‘nato a Nancy , nella regione della Lorena, per una famiglia di artisti e teatrale. Il nome “Grandville” è nome d’arte professionale dei suoi nonni. Grandville ricevuto la sua prima istruzione in disegno dal padre, pittore di miniature. All’età di ventun anni si trasferisce a Parigi, e subito dopo pubblicato una collezione di litografie dal titolo Les Tribulations de la petite propriété . Ha seguito questo con Les Plaisirs de tout âge e La Sibylle des saloni (1827); ma il lavoro che per primo ha stabilito la sua fama era Les Métamorphoses du jour (1828-1829), una serie di settanta scene in cui sono effettuati gli individui con i corpi degli uomini e volti di animali per giocare una commedia umana. Questi disegni sono notevoli per l’abilità straordinaria con cui caratteristiche umane sono rappresentate nelle caratteristiche facciali animali.

Il successo di questo lavoro ha portato al suo essere assunto come collaboratore artistico per vari periodici, come La Silhouette , L’Artiste , La Caricatura , Le Charivari ; e le sue caricature politiche che sono state caratterizzate da meravigliosa fertilità umorismo satirico , ben presto è venuto a godere di una popolarità generale.

Dopo la ripresa della censura preventiva della caricatura nel 1835, Grandville girato quasi esclusivamente a prenotare illustrazione, fornendo illustrazioni per varie opere standard, come le canzoni di Béranger , le favole di La Fontaine , Don Chisciotte , I viaggi di Gulliver , Robinson Crusoe . Inoltre ha continuato a rilasciare vari litografiche collezioni, tra i quali possono essere menzionati La Vie privée et publique des animaux ,  Les Cent Proverbes , Un Autre Monde e Les Fleurs animées .

Anche se i disegni di Grandville sono di tanto in tanto innaturale e assurdo, che di solito mostrano l’analisi acuta di carattere e meravigliosa ingegnosità inventiva, e il suo umorismo è sempre temperato e raffinati dalla delicatezza di sentimento e una vena di riflessione sobria. È morto il 17 marzo 1847 ed è sepolto nel cimitero di Nord di Saint-Mandé appena fuori Parigi.

Una breve preavviso di Grandville appare in Théophile Gautier s’ contemporains Ritratti . Vedere anche Charles Blanc, Grandville (Parigi, 1855).

Translate