Maria Amalia di Borbone

1782 - 1886

Maria Amalia di Borbone
Nazione: Italia
Settore: Storia

ID: 1869

Quotazioni

A (autografo): S3 (da 501 a 1000 €)

AML (lettera manoscritta firmata): S4 (da 1001 a 3000 €)

APL (autografo su foto o libro): S3 (da 501 a 1000 €)

Quotazioni indicative.

Maria Amalia di Borbone-Napoli (Caserta, 26 aprile 1782 – Esher, 24 marzo 1866) nata principessa di Napoli e Sicilia , fu regina dei Francesi dal 1830 al 1848 come consorte di Luigi Filippo.

Biografia

Infanzia

Maria Amalia nacque il 26 aprile 1782 alla reggia di Caserta, vicino a Napoli. Era la settima dei nove figli di Ferdinando I delle Due Sicilie e di Maria Carolina d’Austria.

Come giovane principessa italiana, venne educata nella tradizione cattolica, la quale restò sempre nel suo cuore. Maria Carolina, come sua madre, Maria Teresa, fece sforzi per far parte della vita di sua figlia, anche se quest’ultima era accudita quotidianamente da una governante, Vincenza Rizzi.Quando lei era ancora bambina, la madre di Maria Amalia e sua zia, Maria Antonietta, si accordarono per il matrimonio tra lei e il figlio di Maria Antonietta, Luigi Giuseppe, Delfino di Francia, il futuro re di Francia, che avrebbe fatto di lei la regina di Francia, ma loro speranze morirono nel 1789.

Maria Amalia subì uno sconvolgimento fin dalla tenera età. La morte di sua zia Maria Antonietta durante la Rivoluzione francese e le successive azioni drammatiche della madre scombussolarono la sua giovane età. Durante lo scoppio della Rivoluzione francese nel 1789, la corte napoletana non fu ostile a questo movimento, ma quando la monarchia francese venne abolita e sua zia Maria Antonietta e suo zio Luigi XVI furono ghigliottinati, i genitori di Maria Amelia aderirono alla Prima coalizione contro la Francia nel 1793. Sebbene una pace fosse stata stipulata con la Francia nel 1796, il conflitto ricominciò nel 1798 e la famiglia reale fuggì nel Regno di Sicilia, lasciando Napoli il 21 dicembre 1798 sulla HMS Vanguard, un vascello della Royal Navy, protetto da due navi da guerra napoletane. Dopo l’invasione di Napoli da parte di Napoleone nel 1806, la famiglia reale rimase in Sicilia, dove, stanziati a Palermo, erano sotto la protezione delle truppe britanniche.

Durante l’esilio, Maria Amalia conobbe il suo futuro sposo, Luigi Filippo d’Orléans, anch’egli esiliato dalla Francia divisa dalle complicazioni della Rivoluzione Francese e dal potere crescente di Napoleone. Il padre di Luigi Filippo, il precedente Duca d’Orléans, era stato ghigliottinato durante la Rivoluzione francese, anche se fu uno dei massimi promotori del movimento.

I due si sposarono nel 1809, tre anni dopo essersi incontrati in Italia, dopo di che Maria Amalia divenne Duchessa d’Orléans. La cerimonia fu celebrata a Palermo in 25 novembre 1809. Il matrimonio era considerato controverso, perché lei era la nipote di Maria Antonietta, mentre lui era il figlio dell’uomo che aveva forse partecipato all’esecuzione di sua zia. Sua madre era scettica sull’unione per la stessa ragione, ma lei aveva acconsentito dopo che lui l’aveva convinta del fatto che era determinato a compensare la scelte sbagliate di suo padre, e dopo aver risposto a domande riguardanti suo padre.

Durante il periodo degli Orléans in Francia, prima dell’incoronazione di Luigi Filippo, la famiglia viveva nel Palais-Royal, che era stata la residenza del padre di Luigi Filippo, il precedente duca d’Orléans. Nonostante le preoccupazioni finanziarie della famiglia, la residenza fu restituita al suo originario splendore, il che costò alla coppia undici milioni di franchi.

Regina dei Francesi

Regina dei Francesi.

Regina dei Francesi.

Nel 1830, a seguito a quella che è conosciuta come Rivoluzione di Luglio, Luigi Filippo diventò Re dei francesi, con Maria Amalia come sua consorte.
Maria Amalia non giocò un ruolo attivo nelle questioni politiche, infatti fece di tutto per allontanarsi da esse.

Esilio e morte

Dopo che suo marito abdicò a seguito degli eventi della Rivoluzione del 1848, la famiglia reale fuggì in Inghilterra, ove Luigi Filippo morì due anni dopo.
Rimasta vedova, Maria Amalia continuò a vivere in Inghilterra, dove frequentava la Messa quotidiana ed era ben nota alla regina Vittoria. La regina Maria Amalia morì il 24 marzo 1866. Venne sepolta con il vestito che aveva conservato dal 1848 quando, con il marito, aveva lasciato la Francia, secondo le sue ultime volontà.

Ascendenza

 

maria amalia

 

 

Translate