Devereux Robert d’Essex

1566 - 1601

Devereux Robert d’Essex
Nazione: Inghilterra
Settore: Storia

ID: 2768

Quotazioni

A (autografo): S2 (da 101 a 500 €)

AML (lettera manoscritta firmata): S3 (da 501 a 1000 €)

APL (autografo su foto o libro): S2 (da 101 a 500 €)

Quotazioni indicative.

Robert Devereux, II conte di Essex (10 novembre 1566 – 25 febbraio 1601), fu favorito della regina Elisabetta I d’Inghilterra. È il più conosciuto fra quelli che hanno portato il titolo di “Conte di Essex”. Fu un eroe militare e protetto della regina Elisabetta I d’Inghilterra, ma a causa di una campagna fallimentare contro i ribelli irlandesi durante la Guerra dei nove anni nel 1599, deluse la regina e fu giustiziato per tradimento.

Infanzia

Lord Essex nacque a Netherwood, Cumbria, nel 1567, figlio di Walter Devereux, I conte di Essex e Lettice Knollys. Fu allevato nelle tenute del padre in Galles e istruito al Trinity College,

Frances Walsingham, contessa di Essex, con il figlio Robert opera di Robert Peake il vecchio, 1594

Frances Walsingham, contessa di Essex, con il figlio Robert
opera di Robert Peake il vecchio, 1594

Cambridge. Suo padre morì nel 1576, e quattro anni dopo sua madre sposò Robert Dudley, I conte di Leicester, favorito della regina Elisabetta I. La bisnonna Maria Bolena era sorella di Anna Bolena, seconda moglie di Enrico VIII e madre della regina Elisabetta. Essex fece il servizio militare sotto il suo patrigno prima di essere introdotto a corte ed ottenere il favore della regina.

Nel 1590 egli sposò Frances Walsingham, figlia di sir Francis e vedova di sir Philip Sidney, nipote di Leicester, morto nella battaglia di Zutphen nella quale anche Essex si era distinto.

La Corte e la carriera militare

Essex fu introdotto a Corte nel 1584 e già nel 1587 era divenuto uno dei favoriti della Regina, che apprezzò il suo ingegno vivace e la sua eloquenza, nonché le sue doti di uomo di spettacolo e di cortigiano. Inoltre, ricompensò Essex con la concessione del monopolio sui vini dolci, delle cui accise Essex beneficiò. Cionondimeno, alcuni problemi nel rapporto con la regina portarono alle sue dimissioni. Egli aveva sottovalutato Elisabetta, credendo di essere suo pari (per la sua discendenza da Enrico IV), e il suo comportamento verso di lei mancò di rispetto. Inoltre, Essex mostrò disdegno per l’influenza sulla regina del suo segretario principale, sir Robert Cecil. In un’occasione, durante un animato dibattito del Consiglio Privato sui problemi dell’Irlanda, la regina schiaffeggiò un insolente Essex, che estrasse la spada contro di lei.

Dopo la morte di Leicester nel 1588, Essex sostituì il conte come Cavallerizzo Maggiore (Master of the Horse), la terza dignità della corte. Nel 1589, fece parte della flotta inglese guidata da sir Francis Drake, che mosse verso la penisola iberica in un vano tentativo di concretizzare il vantaggio inglese dopo la sconfitta dell’Invincibile Armada; la regina gli aveva ordinato di non prendere parte alla spedizione, ma il conte fece ritorno solo dopo il fallimento della conquista di Lisbona. Nel 1591 gli fu affidato il comando delle truppe inviate in soccorso di re Enrico IV di Francia. Nel 1596 si distinse nella conquista di Cadice. Durante la spedizione alle Azzorre nel 1597, in cui sir Walter Raleigh era comandante in seconda, sfidò gli ordini della regina, attaccando la flotta spagnola del tesoro senza prima mettere fuori causa la marina militare nemica.

 

 

Translate